11.12.2020

Dal rifiuto organico della provincia di Oristano anche il COMPOST BIO

Nuovo riconoscimento per il Compost prodotto dal Consorzio Industriale Provinciale Oristanese nell’Impianto di Trattamento Rifiuti di Arborea; infatti, dopo una lunga e complessa istruttoria presso il Ministero delle Politiche Agricole e Forestali MIPAF-SIAN, l’ammendante ottenuto dal processo di compostaggio del rifiuto organico prodotto nella provincia di Oristano ha ottenuto la certificazione di prodotto biologico con la denominazione di COMPOST ARBOREA BIO, iscritto al Registro dei Fertilizzanti per uso biologico al n° 31320/20 in quanto conforme alle specifiche dettate dal D. Lgs. 75/2010 e ss.mm. e ii. La normativa di riferimento per la produzione di compost BIO è particolarmente severa, prevedendo limiti ancora più restrittivi soprattutto per il contenuto di metalli pesanti.
Oltre al rispetto dei limiti previsti dalla suddetta normativa il riconoscimento è stato possibile anche grazie al fatto che il processo di compostaggio svolto nell’Impianto di Arborea non prevede l’utilizzo di fanghi di depurazione delle acque o di origine agroindustriale, ma esclusivamente frazione organica di RSU proveniente dalle raccolte comunali porta a porta e scarti del verde.
Il nuovo COMPOST ARBOREA BIO può quindi essere utilizzato dalle sempre più numerose aziende agricole del territorio che hanno scelto di convertire le loro produzioni alla filiera del biologico, e va ad incrementare le potenzialità di utilizzo del compost di qualità in produzione dal 2012 che riscuote un crescente apprezzamento tra gli agricoltori per l’elevata qualità ed i benefici del suo apporto documentati anche grazie all’attività dimostrativa svolta con il fondamentale supporto dell’Agenzia Regionale LAORE mediante numerose prove di campo su diversi tipi di terreni e colture.
Anche il COMPOST ARBOREA BIO sarà distribuito con il marchio CIC (Consorzio Italiano Compostatori) che risulta un valore aggiunto per l’ammendante compostato, assicurando ai destinatari finali trasparenza, affidabilità e qualità.
Per il Presidente del Consorzio Massimiliano Daga questo riconoscimento rappresenta un ulteriore tassello per l’inserimento dell’Impianto di Trattamento di Arborea nelle dinamiche economiche del territorio, realizzando un perfetto esempio di economia circolare in piena coerenza con gli obiettivi di sostenibilità ambientale economica e sociale